Per qualsiasi esigenza contattare il numero

Per maggiori dettagli e informazioni

Casa di riposo. Chiedere assistenza
Una scelta importante e difficile

Quando in famiglia esistono casi di malattie degenerative, non si pensa immediatamente ad un aiuto esterno, magari di una casa di riposo, perché tale decisione spesso si configura come una scelta di abbandono.

Pur di assistere domiciliarmente i proprio cari, infatti, le famiglie vanno ben oltre le loro effettive possibilità, generando un disagio e una frustrazione sempre maggiori, tanto per il caregivers quanto per il malato stesso.

Bisogna riconoscere che assistere un malato di Alzheimer o un anziano affetto da demenza senile non è affatto facile e richiede non soltanto una certa preparazione nel campo, ma anche un’enorme dose di pazienza e forza d’animo, forza che con il passare del tempo va irrimediabilmente scemando, se non si hanno degli aiuti adeguati.
Soltanto quando il carico assistenziale si fa insostenibile, perciò, ci si sente in diritto di rivolgersi ad una struttura, ma lo si fa con l’errata convinzione di essere sul punto di abbandonare il proprio familiare.

In questo modo, l’accesso nella casa di cura si rivelerà un evento traumatico e negativo.
Quando ci si rende conto di non poter più sostenere il carico assistenziale, bisogna innanzitutto preparare l’anziano alla possibilità di entrare in una struttura, un compito particolarmente delicato, che va affrontato con tatto e comprensione.

Affinché l’anziano capisca che le case di cura non sono luoghi di abbandono, devono essere anzitutto i familiari a riconoscere che si tratta di una scelta positiva sia per loro che per l’anziano

morbo di Alzheimer

Richiedi Informazioni

Casa di riposo. Oggi, infatti, esistono tante strutture residenziali per anziani con efficaci programmi di accoglienza e con un personale preparato e attento a tutte le esigenze del degente.

Presso queste strutture è possibile trovare un aiuto valido e professionale, che può rendere l’ingresso all’anziano meno traumatico e più sereno.
L’aspetto più difficile da affrontare è proprio il cambiamento.

La persona anziana sarà infatti spinta ad abbandonare la propria casa, dove custodisce ogni ricordo della sua vita, per affrontare un percorso di vita completamente nuovo e a cui forse è impreparata, senza la presenza costante dei familiari e in un ambiente privo di qualsiasi riferimento.

Alla Casa di Riposo Domus S. Rita sappiamo quanto sia importante, in questo frangente, tener conto del fattore psicologico.

Per questo, ad assistere i nostri ospiti vi è un personale altamente qualificato, educato e presente, ma soprattutto dotato di grande sensibilità e capace di instaurare con l’anziano un vero e proprio rapporto affettivo, fatto di vicinanza, sicurezza, di calore umano.

In quest’atmosfera accogliente e familiare, il paziente subirà in maniera meno drammatica il cambiamento e potrà mantenere in tutta libertà le proprie abitudini, conservando la propria dignità, il proprio benessere psico-fisico e quindi la propria individualità.

News

alzheimer

Alzheimer, gli eventi di Settembre

L’Alzheimer, una delle malattie più temute e diffuse della…

Alzheimer, come riconoscerlo

Nonostante l'Alzheimer sia tra le malattie più note e preoccupanti…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi